Orari mostra

La chiesa della Purificazione, nei mesi di aprile, maggio e giugno resterà aperta per momenti di preghiera e visite alla mostra dedicata a P. Crespi, il secondo e terzo venerdì, precisamente nei seguenti giorni:

8 aprile – 16.00-18.00
15 aprile – 16.00-18.00
13 maggio – 16.00-18.00
20 maggio – 16.00-18.00
10 giugno – 16.00-18.00
17 giugno – 16.00-18.00

Sono previste, negli stessi giorni sopra indicati, anche visite guidate per gli affreschi dei Lampugnani, ancora da definirsi.
Condividi

Grazie

Inaugurazione Mostra Permanente dedicata a Padre Carlo Crespi
Foto tratta da Legnanonews

Sabato 2 aprile 2016 si è tenuta presso la chiesa di Santa Rita la cerimonia di inaugurazione della Mostra permanente dedicata a padre Carlo Crespi.

Un grazie caloroso a tutti i presenti.

L’Associazione desidera ringraziare in particolare le Madri Canossiane che ci hanno concesso l’uso di questa antica e suggestiva chiesa, i sacerdoti presenti, con speciale riconoscimento a Monsignor Galli, che ci sostiene ormai da quasi dieci anni e a don Cameroni, il postulatore della causa di beatificazione venuto appositamente da Roma per questa inaugurazione, il sindaco e le autorità civili presenti.

Un ringraziamento a tutte le persone che con generosità e gratuità  ci hanno aiutato nel far conoscere la figura di Padre Crespi, nel preparare la chiesa e nell’allestire la mostra.
Grazie alla dott.ssa Alessandra Movilia che ha portato un contributo importantissimo per tratteggiare meglio la figura di Padre Crespi scienziato, biologo e ricercatore.
Ringraziamo i signori Luigi Oliva e Vito Bertolazzi, che hanno riportato all’antico splendore la vecchia e ormai arrugginita cancellata esterna della Chiesetta di Santa Rita, l’architetto Eve Cassanmagnago, lo studio Lazzarini e la Banca Popolare di Milano.

Inaugurazione Mostra Permanente Padre Carlo Crespi - Legnano
Foto tratta da Legnanonews
Condividi

Una conferenza e una mostra per riscoprire Padre Crespi

Che nessuno risulti profeta in patria è una verità contenuta anche nei quattro Vangeli. Non si può, tuttavia, accettare che un legnanese che è stato venerato come santo quando ancora era in vita e che si è visto tributare riconoscimenti e onori da parte dell’Ecuador (che gli ha intitolato piazze, dedicato monumenti e addirittura un francobollo emesso nel 2008), sia praticamente misconosciuto nella sua città d’origine. E’ questo che ha spinto un gruppo di legnanesi a costituire, nel gennaio dello scorso anno, una onlus per diffondere la figura e le opere del servo di Dio, Padre Carlo Crespi, nato nel 1891 in una casa di via Lampugnani e morto a Cuenca nel 1982.

Presieduta da Carlo Riganti (affiancato da Luigi e Marcella Crespi, pronipoti di Padre Carlo, da Gisella Langè, Maria Teresa Simontacchi, Maria Cristina Bonicalzi, Carmen Colombo, Luca Di Falco e Saverio Clementi, con monsignor Carlo Galli in qualità di presidente onorario), l’associazione sta promuovendo una serie d’iniziative per far conoscere la figura di Padre Crespi, per il quale è in corso il processo di beatificazione.

(Dall’articolo di Cristina Masetti su “La Prealpina” lunedì 7 marzo 2016)

prealpina_marzo_07_2016

 

Condividi