Lettere, Relazioni, Conferenze

Le sue prime lettere documentate sono indirizzate ai familiari e ai suoi superiori religiosi residenti in Italia. Oltre a ciò, i rapporti epistolari  dei primi anni sono per lo più legati ai suoi interessi scientifici e, come tali, sono stati pubblicati sul Bolettino Salesiano di quegli anni o su riviste scientifiche specializzate.

A tutt’oggi disponiamo del seguente elenco cronologico di sue lettere a Superiori, sia in Ecuador che a Torino1:

  • Lettera del 13/10/1923 a don Rinaldi (Rettore Maggiore dei Salesiani dal 1921 al 1931), da La Spezia.
  • Lettera del 28/06/1923 a don Rinaldi, da Quito.
  • Lettera del 20/12/1924 a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 14/09/1925 a don Ricaldone, da Quito.
  • Lettera del 16/09/1925 a don Rinaldi, da Quito.
  • Lettera del 22/10/1925, a don Ricaldone, da Guayaquil.
  • Lettera del 07/04/1928 ad un Superiore di Torino (incompleta).
  • Lettera del 20/11/1928 a don Rinaldi, da New Jork.
  • Lettera del 17/01/1929 a don Ricaldone, da New Jork.
  • Lettera del 29)05/1929 a don Ricaldone, da New Jork, (incompleta).
  • Lettera del 12/10/1929 a don Ricaldone, da Quito.
  • Lettera del 31/10/1929, a don Ricaldone, da Quito
  • Lettera del 22/02/1930 a don Rinaldi, da Cuenca.
  • Lettera del 06/02/1931 a don Rinaldi, da Cuenca.
  • Lettera del 06/02/1931 a don Ricaldone, da Gualaceo.
  • Lettera del 02/07/1932 di don Ricaldone ( Rettore Maggiore dal 1931 al 1952) a P. Crespi, da Torino.
  • Lettera del 10/06/1934 a Mons. Comin, da Cuenca.
  • Lettera del 11/06/1934 a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 11/07/1934 a don Berrutti (incompleta).
  • Lettera del 15/09/1934 a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 25/10/1937 di don Ziggiotti a P. Crespi, da Torino.
  • Lettera del 20/07/1938 a don Serié, da Cuenca.
  • Lettera del 24/06/1938 a don Berrutti, da Cuenca.
  • Lettera del 07/09/1938 a don Berrutti, da Cuenca.
  • Lettera del 19/02/1939, a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 20/02/1939, a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 14/03/1939 a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 25/03/1939 di don Ricaldone a Padre Crespi, da Torino.
  • Lettera del 15/09/1939 a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 18/04/1940 a don Tirone, da Cuenca.
  • Lettera del 14/11/1940 a don Tirone, da Cuenca.
  • Lettera del 12/12/1946 a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 03/08/1947 a don Bellido, da Cuenca.
  • Lettera del 18/11/1947, a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 24/11/1948, a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 24/11/1948 a don Berrutti, da Cuenca.
  • Lettera del 15/02/1949 a don Ricaldone, da Cuenca.
  • Lettera del 15/08/1950 (incompleta), da Cuenca.
  • Lettera del 26/05/1957 di don Ziggiotti a Padre Crespi (Rettore Maggiore dal 1952 al 1965 – era amico e compagno di studi di don Carlo), da Guayaquil.
  • Lettera del 09/10/1962 a don Ziggiotti, da Cuenca.
  • Crespi Carlo, “A través de la Cordillera del Cutucù” (Relazione missionaria) a don Rinaldi,  maggio 1925? (data incerta).
  • Crespi Carlo, “Breve Relazione dei finanziamenti raccolti da P. Carlo Crespi dal novembre 1922 al novembre 1935”.
  • Crespi Carlo, “Dopo l’Esposizione missionaria” sul Bollettino Salesiano (senza data).
  • Guerriero Antonio, “Da Legnano a Cuenca per amare: La singolare figura di Don Carlo Crespi, nel Bollettino Salesiano, ottobre 1982.

Lettere spedite a Padre Carlo Crespi da Superiori,  dalla madre e da Istituzioni2:

  • Lettera di padre Pietro Ricaldone, datata 1 agosto 1921, che scrive: “Bravo, continua a lavorare con spirito di fede. L’essenziale resta sempre la carità”.
  • Lettera di padre Filippo Rinaldi, rettore maggiore, datata 27 giugno 1923, il quale si complimenta per la nomina di padre Crespi a missionario in Ecuador, augurandogli ogni bene e consigliandogli di concentrarsi sugli studi scientifici anche nella nuova destinazione.
  • Lettera di sua madre, datata 21 ottobre 1924, riguardante questioni familiari.
  • Lettera di padre Filippo Rinaldi, spedita il 26 aprile 1925.
  • Lettera di George H. Shervood, dell’American Museum of Natural History di New York, datata 4 marzo 1929.
  • Lettera dell’antropologo John Cooper, professore di Antropologia presso l’Università Cattolica di Washington, datata 3 aprile 1929, che commenta favorevolmente il documentario sugli shuar realizzato da Carlo Crespi.
  • Lettera di Marshall H. Saville, datata 6 maggio 1929, riguardante l’opera scientifica di padre Crespi.
  • Lettera di George H. Heye, presidente e direttore del Museum of the American Indian, appartenente alla Fondazione Heye di New York, datata 25 maggio 1929.
  • Lettera dell’Istituto Italiano del Libro, datata 12 febbraio 1930, mediante la quale padre Crespi è nominato socio onorario.
  • Lettera di padre Filippo Rinaldi, spedita il 28 maggio 1931.
  • Lettera di padre Pietro Ricaldone, rettore maggiore, nella quale afferma che la cosa fondamentale è andare d’accordo con la massima autorità superiore. E ciò, probabilmente, a seguito di alcune lamentele ricevute riguardo alle attività svolte da padre Crespi, viste talvolta come impedimento alla conduzione di una normale vita di comunità.

Non disponiamo di altre sue comunicazioni, fino al 1948, data in cui gli viene chiesto di partecipare a un’esposizione da tenersi a Roma, in occasione dell’Anno Santo. Segue un altro lungo periodo privo di scambi epistolari.

Tomas Vega Toral, residente a New York, scrive a Carlo Crespi il 15 marzo 1966 per informarlo di aver richiesto all’ambasciatore dell’Ecuador di inviare un tecnico ad effettuare la revisione del suo museo.

Le ultime lettere presenti in archivio sono: una comunicazione inviata il 16 luglio 1973 dallo studioso Johann P. Lobeck, e un’altra di [don] Giuseppe Brocardo, professore di Scienze Naturali all’Istituto Valsalice; un’altra lettera, datata 14 gennaio 1974, con mittente Kathleen Hau, di Bercheley, California; e infine una missiva dello scienziato Hugo Fox, spedita nel 1975. Padre Crespi ha lasciato anche diversi quaderni con appunti in brutta copia su diverse tematiche, per lo più di carattere religioso, tra cui esercizi spirituali, sermoni mariani, riflessioni sulla gioventù. Vi sono anche informazioni riguardanti le missioni e un programma di attività da svolgere nell’anno 1928.

  1. da “Lectura critica de las cartas del Siervo de Dios Padre Carlos Crespi, sdb” di Padre Alberto Henriques, sdb. []
  2. Le lettere riportate in elenco sono conservate presso l’Archivio Storico dell’Ispettorato Salesiano di Quito. Siamo a conoscenza di una raccolta epistolare più significativa, sulla quale sono in corso di preparazione uno studio e una pubblicazione. []
Condividi